Struttura A TELAIO


DESCRIZIONE TECNICA

Lo scheletro portante degli edifici è realizzato con pareti a telaio in legno e solaio a travi e tavole in legno lamellare o massello, a seconda del progetto e della richiesta, progettati e dimensionati per garantire la stabilità dell’opera sotto l’azione di sollecitazioni atmosferiche, come vento o neve, e sismiche, nel rispetto delle prescrizioni normative vigenti in materia. In particolare, gli edifici con struttura portante in legno sono i più adatti all’impiego in zone ad alto rischio sismico: il legno, notoriamente apprezzato per la sua elasticità, resiste ugualmente alle più importanti sollecitazioni meccaniche che si sviluppano durante i fenomeni sismici, vale a dire trazione e compressione, al contrario di calcestruzzo e laterizi che soffrono notevolmente la trazione.

Nei punti di contatto tra le strutture in legno e la sottostante struttura in calcestruzzo (platea di fondazione o piano interrato) vengono impiegate, a seconda dei casi, guaine bituminose e membrane impermeabilizzanti che hanno lo scopo di sigillare le strutture e impedire la formazione di danni da umidità di risalita.

Il materiale maggiormente utilizzato è il legno lamellare di conifera europea, classe di resistenza GL24h o superiore, con lamelle C24 classificate secondo le normative UNI 8198, UNI EN 518, UNI EN 519, con giunzioni a pettine secondo la UNI EN 385:2003 e con procedimento di dimensionamento secondo la nuova normativa NTC 2008.

Tutte le parti lignee a vista vengono accuratamente trattate con impregnante all’acqua, di colore a scelta della committenza tra quelli facenti parte del nostro campionario. Il trattamento garantisce la massima protezione del legno dagli agenti dannosi.

La carpenteria metallica necessaria alla messa in opera dei manufatti è costituita da acciaio zincato, impiegato con tutti gli accorgimenti necessari nel rispetto dei regolamenti vigenti in materia di antincendio.

Le opere da lattoniere della copertura e più in generale dell’abitazione, quali scossaline, converse, canalette, curve, pluviali, pezzi speciali ecc., sono realizzate in lamiera preverniciata. Rimangono da concordare con la committenza e quindi escluse dal computo tutte le opere di lattoneria relative a comignoli, sfiati e canne fumarie, oltre naturalmente ai manufatti ornamentali.