Domoterapia e feng shui


PREMESSA

Con l’affermarsi dell’urbanizzazione si accentua l’allontanamento dell’uomo dalla natura e, parallelamente, tende a scomparire a poco a poco la sua innata sensibilità a percepire le influenze negative del terreno.
Da ciò appare oltremodo chiaro, abitando in una casa, quanto sia necessario farci un’idea del campo di radiazione naturale in cui saremo permanentemente immersi.

Arch. Guido Gressani


DOMOTERAPIA

La Terra intera è solcata da griglie energetiche, le più famose
delle quali sono quelle di Hartmann e Curry.

Il nostro ambiente vitale è soggetto all’azione di un campo di radiazioni formato:
a) dalla radiazione proveniente dal cosmo
b) dalla radiazione in entrata e in uscita dalla terra.
Il campo di radiazione di cui stiamo parlando non consiste soltanto nella radiazione solare diretta o in quella lunare indiretta che ci giunge sotto forma di luce, raggi ultravioletti e infrarossi.
Esso comprende anche una radiazione elettromagnetica con lunghezza d’onda variabile. Questa radiazione a microonde di origine esterna alla nostra galassia viene denominata radiazione di fondo extragalattica e sembra chiaramente appurata la sua influenza determinante sui processi vitali.
Esiste poi una radiazione neutronica, derivante dai processi di decadimento radioattivo degli isotopi (elementi che, pur avendo lo stesso numero atomico, differiscono per peso atomico ) degli elementi pesanti presenti nella crosta terrestre.
L’azione congiunta di queste radiazioni di varia provenienza (cosmica, solare e terrestre) dà origine al campo di radiazione naturale del nostro ambiente, che attraversa, in misura maggiore o minore, tutta la materia vivente e non.
In passato, prima di costruire una casa, si interpellavano delle persone particolarmente dotate sul piano sensitivo che, con la loro bacchetta da rabdomante testavano il terreno per valutare l’intensità del campo radiativo naturale e la conseguente idoneità all’insediamento. I monaci, costruttori delle chiese romaniche sapevano equilibrare perfettamente le energie della terra e del cielo ed erano in grado di scegliere il luogo più adatto per una costruzione.
Osservate i vostri animali: vi daranno sempre indicazioni utili per il vostro benessere. Il luogo in cui il vostro cane dorme è, generalmente, un luogo neutro; il gatto, invece, si installa volentieri sui punti geopatogeni, poiché ha la facoltà di trasformare le onde negative in positive (gli animali hanno una sensibilità più sviluppata della nostra).

 

Le piante, invece, non potendo evitare questi punti perturbanti, essendo forzatamente legate al luogo di crescita, reagiscono sviluppando andamenti di crescita del tutto anomali (alberi i cui rami si proiettano vertiginosamente verso l’alto; ciliegi che crescono simili a pioppi; tronchi dalle forme bizzarre, attorcigliate o con formazioni carcinomatose).

Va sottolineato il fatto che l’uomo trascorre un terzo della vita dormendo ed è durante il sonno che è più vulnerabile; quindi è bene controllare con attenzione la disposizione del letto in cui si dorme e della poltrona o del divano in cui ci si sdraia per il relax pomeridiano o serale. Posizionare il letto con la testata a nord o a est si favoriscono i processi di scarico elettrico in allineamento con le linee di forza terrestri. Pare che le onde del magnetismo terrestre, attraversando il corpo umano dai piedi alla testa (perché il magnetismo emana dal Sud verso Nord e va verso Nord) producano un effetto fortemente benefico, ridonandogli nel sonno le energie.


UN PO’ DI STORIA
La scoperta delle radiazioni cosmotelluriche e dei suoi effetti sugli organismi viventi è piuttosto recente anche se l’esistenza di queste forze cosmiche e telluriche era già stata intuita molto prima. Circa settanta anni fa, scienziati tedeschi e francesi, scoprirono che la terra è solcata da una fitta rete di raggi di perturbazione cosmotellurica. Essa è composta da numerosi campi di forza lineari, intersecantesi tra loro in punti detti nodi, composti da forze di varia natura che si sovrappongono e si sommano tra loro.
I “muri energetici” dunque hanno uno spessore di circa 21 centimetri e sono orientati sugli assi Nord-Sud ed Est-Ovest. Le dimensioni di una singola maglia della rete sono, alle nostre latitudini, di m. 2 (asse Nord-Sud) per m. 2,50 (asse Est-Ovest), mentre si restringono e si allungano verso i poli e si allargano e si accorciano verso l'equatore. Quindi le dimensioni delle maglie variano secondo la latitudine; per le regioni europee esse oscillano tra m. 1,80 e m. 2,30 (asse Nord-Sud)

e tra m. 2.50 e m. 3,20 (Est-Ovest). La rete H passa ovunque sulla superficie del globo e si può rilevare direttamente sul terreno, sull'acqua ed all'interno delle costruzioni. La rete, distribuita sull’intera superficie terrestre, s’innalza e attraversa la biosfera assumendo una conformazione cubica il cui lato variabile è di circa 2-3 metri all'interno di queste linee geometriche si trova una zona neutra, altrimenti definita di microclima ideale.
Studi eseguiti sulle variazioni del campo magnetico terrestre hanno evidenziato che il campo magnetico, all'interno della zona neutra, si differenzia sensibilmente da quello misurato su
uno dei muri invisibili e, in particolare modo, nei punti d'incrocio, o nodi, ovvero nell'intersezione delle linee Nord-Sud ed Est-Ovest. E' interessante ed utile notare che all'interno di edifici con muri che formano angoli retti, si forma una rete H secondaria disposta con gli assi secondo la direzione dei muri, e di dimensioni minori della rete principale. La rete di Hartmann subisce variazioni della sua regolarità geometrica e del grado di patogenicità dei suoi campi, in numerosi casi, di ordine naturale e non.

Le principali cause di interferenze geopatogene o geopatie, come fattori di disturbo energetico dovuti a campi di radiazione della terra, prese in considerazione per la cura della casa sono derivanti essenzialmente da:

Griglia di Hartmann e griglia di Benker
Nel 1961 il dottor Ernest Hartmann, medico tedesco, fece conoscere i risultati delle sue ricerche durate 10 anni.
E’ una rete formata da linee che, alle nostre latitudini, corrono in direzione nord-sud a una distanza di circa due metri l’una dall’altra e in direzione est-ovest a una distanza di circa due metri e mezzo. L’ampiezza delle linea è di circa 21 cm. Pare che l’energia di questa rete venga dall’interno della terra e salga verso l’alto. La sua estensione è tridimensionale e forma una serie di parallelepipedi sovrapposti che circondano tutta la terra.
La larghezza delle maglie è influenzata dai campi magnetici, elettrici, dai giacimenti di minerali, dalle grotte, dalle faglie, dai corsi d’acqua sotterranei, quindi possiamo rilevare dei reticoli anche molto diversi da quelli teorici ( la deformazione di questi reticoli è facilmente verificabile durante le maree). Il punto patogeno si trova all’incrocio delle linee, soprattutto se è posizionato sulla verticale di corsi d’acqua o di faglie e può provocare gravi malattie.
Il reticolo di Benker è un’ ulteriore caratterizzazione di quello di Hartmann; prende corpo ogni cinque muri energetici con una banda di influenza la cui larghezza varia da 85/100 cm. È molto
disturbante.

Griglia di Curry
Esiste anche un altro importante reticolo quello di Curry, dal nome di un ricercatore tedesco. Esso è orientato a 45°, se rapportato al reticolo H. la sua quadrettatura è di 50 cm. E la distanza
tra i due quadrati è di circa 4,50 metri, ma la loro larghezza e la loro forza aumentano nel corso della notte e raggiungono la massima potenza nel periodo di luna piena. La larghezza delle maglie è influenzata dai campi magnetici, da quelli elettrici, dai giacimenti di minerali, dalle grotte, dalle faglie, dai corsi d’acqua sotterranei, quindi possiamo rilevare dei reticoli molto diversi da quelli teorici.

Il reticolo di Hartmann ha una frequenza vibratoria più alta del reticolo di Curry, ma quest’ultimo è più attivo e determinante sulla psiche umana. Gli effetti patogeni, se ci si trova sopra un elemento destabilizzante, come corsi d’acqua o faglie, sono ancora più importanti e nefasti di quelli segnalati dal reticolo H. E’ molto più difficile da individuare rispetto alla rete di H. ed è anche molto più dannosa. Pare che la sua energia scenda dal cielo verso terra.

 

 

Camini cosmotellurici
I camini cosmotellurici della rete di Curry sono condotti verticali che rendono possibile il fluire di energie dal cielo alla terra e viceversa. La loro dislocazione è ovunque ed indipendente dalle reti ed altre anomalie della struttura della terra. Le loro forme sono cilindriche con diametro variabile da un camino ad un altro. Si compongono di un nucleo che ha un'attività più intensa della circonferenza. Alcuni hanno bracci che lasciano il centro, sono larghi circa 60 centimetri. La loro funzione risiede nel fatto che permettono un flusso di inspirazione/espirazione della terra. E' un fluire lento, circa 2 - 3 minuti (inspirazione), durante il quale il diametro del camino si allarga. Segue una breve pausa e poi il flusso si inverte con un'espirazione di circa 3 minuti. La rilevazione di tali flussi è delicata, difficile ed eseguita con metodi radioestesici. Si può misurare il loro tasso vibratorio sulla scala di Bovis. Esistono camini inferiori a 4.500 Bovis, camini neutri fra 4.500 e 6.500 Bovis e camini ad alte vibrazioni, fino a 12.500 Bovis. L'influenza sul metabolismo umano dipende chiaramente dal tipo di camino su cui ci possiamo trovare a sostare. Studi francesi
hanno evidenziato che all'interno di ogni chiesa medievale veniva individuata una zona le cui energie Bovis erano marcatamente negative. Il punto veniva evidenziato con una pietra, "la pietra dei morti" ed era il luogo ove veniva collocato il feretro durante le funzioni del commiato.
Analogamente esistevano zone ad alta energia dove di solito era collocato il fonte battesimale.

Grotte
Sono un grave problema nelle zone carsiche, ricche di cavità sotterranee. Generano campi di carica yin e agiscono principalmente sul sistema immunitario, indebolendolo. Anche la galleria, soprattutto se sono elettrificate, creano un disturbo analogo a quello creato dalle grotte, perciò fate attenzione a non acquistare o costruire case sopra una galleria (Vedi “Metropolitana”).

Faglie
Sono punti di frattura della crosta terrestre o le zone in cui cambia la composizione del terreno, per esempio da una zona sabbiosa si passa a una zona rocciosa. I punti sulla verticale sono patogeni. Queste faglie rappresentano nella crosta terrestre zone di interferenza, poiché nei punti di scorrimento e di corrugamento si rileva una radiazione di fondo molto più intensa.
L’azione del sottosuolo è soprattutto importante nelle zone umide. Immaginiamo uno strato di argilla e uno di calcare, con in mezzo una sorgente ed ecco che si è generata un’immensa pila
elettrica che produce onde telluriche dannose. Nella maggior parte dei casi, gli effetti nocivi sono generati da queste faglie formate da masse geologiche differenti; qualora l’umidità attraversasse strati della stessa materia non si creerebbero effetti nocivi. Ciò spiegherebbe il motivo per cui, nei Paesi nordici, la percentuale di mortalità causata da tumori è più alta di quella dei paesi del sud con clima più asciutto. Si possono intendere anche come due spinte di senso contrario che danno origine a vere e proprie pieghe della crosta che può fratturarsi e generare una faglia. In essa sono attive energie cinetiche che lungo la frattura giungono in superficie. Inoltre, a causa del fatto che due strati diversi di terreno possono trovarsi a contatto, si possono creare vere e proprie pile elettriche, con annesso campo elettrico in superficie.

Giacimenti di minerali metallici
Creano un campo di disturbo di carica yang molto dannoso che agisce normalmente sul sistema nervoso, disequilibrandolo.
La composizione del sottosuolo, unita al reticolo di H e di C, amplificano la loro nocività.

Corsi d’acqua sotterranei
Quando l’acqua scorre negli interstizi e nelle fenditure di un sottosuolo dal tessuto sabbioso o ghiaioso, nella zona di superficie destinata ad edificazione il campo di radiazione è soggetto a vistose alterazioni d’intensità e di frequenza. Poiché gli organismi viventi hanno scarsa adattabilità a questi valori anomali del campo radiativi naturale, è evidente che condizioni simili sono da considerarsi malsane. Si può dunque avanzare l’ipotesi che un organismo vivente in sosta sopra un corso d’acqua sotterraneo, si stabilizzi su di un determinato livello di eccitazione che, sollecitando le sue difese organiche, alla lunga, può essere definito senza mezzi termini stato di stress.
Possono essere corsi d’acqua veri e propri in cui l’acqua è in movimento – i più dannosi - oppure le falde in cui invece l’acqua ristagna o ha un movimento molto lento. Quanto maggiore sarà l’inclinazione dello scorrimento dell’acqua, tanto più elevata l’intensità di tale interferenza. Questa corrente, prodotta dal movimento di un corpo idrico sotterraneo, genera attorno a sé un campo magnetico che agisce nell’ambiente circostante come interferenza. La radiazione naturale dell’ambiente viene in questo modo modificata. Queste situazioni generano campi di carica yin e disequilibrano il sistema immunitario.
Che dal terreno provengono influssi tali da ingenerare effetti su uomini, animali e piante è da sempre noto alla saggezza popolare.
Già nel 2.000 a.C., l’imperatore cinese Kuang Yu emanò un editto che prescriveva l’obbligo di esaminare il terreno oggetto di edificazione, al fine di rilevarvi presenza o meno di corsi d’acqua sotterranei i cui influssi erano ritenuti deleteri per la salute.

Radioattività naturale
Negli Stati Uniti si è calcolato che il Radon uccide 14.000 persone l’anno.
È un gas radioattivo, inodore, prodotto dalla disgregazione dell’uranio presente nella crosta terrestre che, se respirato, può causare cancro ai polmoni. Proviene dal decadimento dell’uranio nel suolo, nelle rocce e nell’aria e può contaminare sia l’aria di una casa che il suolo e quindi
la vegetazione, sia infine l’acqua, per esempio quella dei pozzi e delle fonti. E’ un gas presente dappertutto ed è dannoso, ma la sua concentrazione è maggiore nelle zone in cui granito e calcare abbondano: tutte le case costruite con parti di granito sono a rischio, perché il gas si infiltra attraverso le fessure delle lastre, le cui giunture non sono a tenuta stagna.
Invade soprattutto cantine e piani inferiori, ma essendo un gas, può invadere un’intera villa o un edificio di più piani. Spesso sale in superficie attraverso fratture e faglie, magari da una caverna sotterranea; risale i pozzi, penetra nelle cantine o nei locali a piano terreno, se sprovvisti di
cantine. Si consiglia quindi di ventilare sempre le cantine e le intercapedini.
Quasi ogni regione è a rischio radon e sarebbe bene che se ne occupasse una campagna di difesa del cittadino.
Si può rilevare con appositi strumenti. Se i locali sono poco aerati si possono raggiungere concentrazioni pericolose per la salute. Alcune costruzioni sono delle vere e proprie camere a gas. Le conseguenze di queste situazioni si risentono a livello respiratorio, poiché provocano danni alle cellule che possono diventare cancerogene. Questo fenomeno è soprattutto presente lungo le linee di faglia.
Esistono appositi apparecchi per il rilevamento della radioattività. Il gas Radon s’infiltra nelle case attraverso i seguenti livelli:

A) passaggio del gas tra le guaine dei tubi
B) attraverso il suolo, pozzi, fessure dei muri…
C) microfessure dei pavimenti
D) porosità dei muri e delle varie giunture
E) attraverso il suolo libero

Ley Line
Allo stato attuale delle conoscenze, sembra che esistano anche arterie e vene energetiche planetarie. Quindi, canali che portano energia pulita e canali che portano energia sporca. A questi
canali energetici, gli inglesi hanno dato il nome di ley line. Letteralmente piste diritte, costituiscono una rete di tracciati che uniscono luoghi ad alta energia distanti anche centinaia di Kilometri. Alfred Watkins e William Lewis scoprirono alcune linee, le più importanti uniscono Carnac in Francia, con Karnac in Egitto passando per il centro di Lione e per i Fori Imperiali a Roma. Importante anche quella che unisce Mont Saint Michel in Normandia con Monte Sant'Angelo in Puglia passando per la Sacra di San Michele in Piemonte.

 

COME CURARE LA PROPRIA CASA

TRATTAMENTO NON STRUMENTALE

Con il trattamento non strumentale è possibile fare molto in alcune situazioni, poco o nulla in altre. Ciò significa che, dopo aver monitorato il proprio spazio vitale rilevandone le reti di Curry, Harthamnt/Bunker ed altre geopatie possibili, si procede nella grande maggioranza dei casi a spostare i mobili in posizioni meno nocive per la salute….
Per esempio il letto che sta sopra il nodo viene spostato di qualche decimetro in modo che il nodo sia fuori dal limite del letto. Così faremo per tutti gli oggetti più energicamente delicati della casa (frigorifero, armadietto delle medicine, delle creme di bellezza…). Se dietro il vostro letto, nella stanza accanto, c’è il computer spostatelo e trovategli una posizione meno dannosa.


TRATTAMENTO STRUMENTALE

Trasmettitore di interferenze

Nel 1974, grazie ad approfonditi studi condotti da R. Endrös si è arrivati alla messa a punto di un sistema tecnico anti-interferenza, sperimentato da alcuni anni con successo in centinaia di abitazioni edificate su terreni perturbati: si tratta del cosiddetto trasmettitore di interferenze. Il principio di questa neutralizzazione dei punti di interferenza si basa su un sistema oscillatorio messo in risonanza (oscillazione parallela) con la radiazione proveniente dal suolo. Il trasmettitore, regolato corrispondentemente, emette microonde sfasate rispetto a quelle delle interferenze e crea un annullamento (sovrapposizione di onde) della radiazione del terreno.
In questa operazione di bonifica, non ci si dovrebbe limitare a neutralizzare soltanto le abitazioni, ma anche la rete viaria nei punti dove transita sopra nodi di perturbazione, poiché lì esiste una maggiore probabilità di incidenti.
Questo metodo è sconsigliato per interventi su singole case in quanto, oltre all’impegno economico per l’intervento, l’apparecchio utilizzato a sua volta genera un campo elettro/magnetico perturbante per le stanze interne.


Simboli compensatori


Nati dalla Radionica, alcuni di essi richiedono un perfetto orientamento sui punti cardinali affinché il loro effetto sia benefico sull’ambiente. Devono essere situati in punti precisi perché essi
amplificano le onde sia positive che negative. I triskels, meglio definiti come pietre di vita, hanno un origine antichissima e la loro qualità è stata testata e certificata in laboratori abilitati.
Altri simboli compensatori sono stati concepiti per un uso più moderno e si presentano come “cartine” dalle dimensioni piuttosto contenute il cui interno, oltre alla presenza di un piccolo magnete, contengono disegni di figure geometriche regolari sovrapposte a seconda della funzione equilibratrice o energizzante. Le cosiddette “carte Vortex” sono il risultato di anni di studio e di ricerca nel campo dell’inquinamento ambientale e dei loro effetti dannosi sul nostro corpo. Il loro scopo è quello di equilibrare e di ripulire queste energie, creare un ambiente più armonioso, aumentare la nostra vitalità e benessere. Le carte Vortex sono state progettate per bilanciare ogni aspetto del nostro ambiente così come la guarigione del nostro corpo, il cui materiale è stato ristrutturato in modo tale da emettere particelle sub-atomiche che riorganizzano l’atmosfera in armonia con i nostri corpi multidimensionali.

 

A PROPOSITO DI FENG SHUI

Le parole Feng e Shui traducono due ideogrammi che rappresentano rispettivamente il vento e l’acqua; essi non vanno intesi come i corrispondenti elementi presenti in natura, ma come gli agenti del movimento dell’Energia Universale intorno all’uomo e al suo ambiente.

ll Feng Shui è un’antica disciplina cinese (si parla di quasi 3.000 anni – i più antichi scritti in materia risalgono ad un’enciclopedia di epoca Ming del 1620 d.c.), che ha per scopo il benessere fisico e psichico, ma anche la prosperità di chi abita in una casa. Denso di applicazioni e suggerimenti ancora oggi validi, il Feng Shui è nato però per costruzioni e per situazioni ambientali completamente diverse da quelle attuali. A causa delle proprietà delle energie sottili, una casa in pietra ha un comportamento assolutamente non confrontabile con quello di un’abitazione moderna in cemento armato. Infatti sappiamo che la conducibilità sottile dei materiali metallici è enormemente superiore a quella dei materiali isolanti come il legno; poiché le costruzioni moderne sono in gran parte in cemento armato, che sappiamo contenere grandi quantità di ferro, ne sono particolarmente invase. Ciò nonostante alcuni principi ed applicazioni sono a tutt’oggi validi.


LA CASA

Secondo il Feng Shui tutti gli elementi che compongono lo spazio che l’uomo abita hanno un continuo interscambio con la persona che vive in quell’ambiente. Ogni ambiente della casa rappresenta una parte di noi nella vita: l’ingresso la nostra apertura al mondo circostante, la camera da letto la nostra parte più intima, il soggiorno le nostre relazioni con gli altri, la cucina il nostro attaccamento al focolare domestico, il bagno la nostra energia nel vivere la vita. Il Ch’i entra nella casa dalla porta d’ingresso e da quel punto si diffonde in tutta la dimora. La sua circolazione dipende da due fattori:

  • il modo in cui l’Energia è riuscita ad entrare;
  • la facilità di movimento attraverso i vari ambienti dell’abitazione.

Esempio di casa che tiene conto delle reti di Hartmann e Curry costruita secondo i principi del Feng Shui

ESEMPIO DI DISTRIBUZIONE INTERNA DEI VANI

Anche nella circolazione energetica verticale è importante prendere in considerazione chi o che cosa c’è sotto la camera da letto.

Le due stanze da letto sono al primo piano, ma sotto alla stanza da letto 2 sono stati previsti bagno e cucina, al piano terra e garage al seminterrato. La situazione si complica enormemente se il garage è attraversato da un nodo in quanto la presenza di masse metalliche (auto) potrebbe amplificare nelle camere da letto nodi molto cattivi.
Se si vive in un palazzo di più piani, può accadere che sotto la stanza da letto ci sia un’altra stanza da letto. Se al piano di sotto vive un malato grave, il rischio di contaminazione è reale.

 

ESEMPI  DI ELEMENTI POSITIVI ALL'INTERNO DELLE ABITAZIONI

Intorno all’acquario si crea un’aura di energia sottile benefica; se è di sole piante ancora meglio perché non contiene le congestioni biologiche dei pesci.

Le piante all’interno dell’appartamento vanno bene; meglio se hanno tante punte (per es. le piante grasse) perché sono contemporaneamente collettori e trasmutatori di energia.

I collettori di energia sottile, all’interno dell’appartamento, possono essere quadri di ogni forma e colore, mobili di tutte le fogge. Tenete presente che i colori delle pareti, dei divani, delle porte e di tutti gli altri elementi dell’arredo, hanno un effetto preciso sui nostri chakra.  Le forme come quadrati, cerchi, triangoli sono collettori di energia sottile, in grado di mobilizzare flussi anche notevoli d’energia.
Per le forme va aggiunto che se in una stanza prevalgono forme quadrate o rettangolari si avrà un effetto stimolante a livello fisico; se sono le curve a prevalere, l’effetto sarà più rilassante.

Gli specchi sono oggetti da considerare con cura poiché sono potenti collettori. L’abitudine di mettere gli specchi nelle camere da letto va attentamente studiata. Se lo specchio sta su una parete contigua al bagno può aspirare energia dal bagno e spingerla nella camera da letto. Contrariamente se uno specchio sta su di una parete che guarda all’esterno della casa aspira energia dall’ambiente esterno e viceversa, crea cioè una circolazione sottile buona. Lo specchio sull’armadio aspira dall’armadio nella stanza o viceversa. In entrambi casi non va bene perché vi troverete addosso le congestioni accumulate dai vostri vestiti mentre dormite e nell’altro caso andreste a caricare i vostri vestiti delle energie congeste presenti nella vostra camera.

In generale un letto in metallo distribuisce tutte le energie, comprese quelle congeste, a tutta la sua struttura. Non è il caso di avere un letto in ferro se nelle vicinanze vi cade un nodo.

I COLORI

I colori possono essere calmanti, stimolanti o eccitanti in relazione al livello delle loro vibrazioni energetiche. Altri colori sfuggono all’occhio umano eccetto, forse ai bambini e agli animali, che hanno una sensibilità maggiore: sono i colori dell’aura.

Foto sopra: studio dentistico “trattato”

Il procedimento fotografico KIRLIAN è l’unico, finora, che permette di distinguere queste variabili, scritte con esattezza sulla punta delle dita e sulle palme. La fotografia Kirlian permette di generare strane immagini a “corona” fotografando oggetti attraversati da un forte campo elettromagnetico.


Una mano fotografata
con la tecnica Kirlian

PRESTAZIONI

  • Individuazione delle cause di base, rappresentate su supporto cartaceo, che influenzano il terreno e di conseguenza la casa,

determinate da:

  • STRESS GEOPATICO (Acqua sotterranea, Ley Line, Griglie di Hartmann, Benker, Curry)
  • RADIAZIONE ELETTROMAGNETICA
  • CAMINI COSMOTELLURICI
  • FENG SHUI NEGATIVO
  • Individuazione dei trattamenti da adottare per neutralizzare i fattori disturbanti individuati nell’ambiente:
  • Fornitura e posizionamento all’interno della casa di Simboli compensatori (Possono essere più di uno)
  • Indicazioni di Feng Shui da adottare all’interno dei singoli ambienti (colori, mobili, specchi….)           

 

COSTI PER IL TRATTAMENTO DOMOTERAPICO

Il costo, per le prestazioni di cui sopra, varia a seconda della superficie della casa

Superficie unità abitativa

Costo

Da mq. 90   a mq. 120

€ 1.000,00

Da mq. 120 a mq. 170

€ 1.500,00

Da mq. 170 a mq. 200

€ 2.000,00

N.B.
- I prezzi si intendono al netto d’IVA (22%) e dei contributi (4%) ai sensi dell’art.1 Legge 6/81 a favore della   CNPAIA.
- Il costo per eventuali approfondimenti in materia è da considerarsi a parte.